Logo
 
spacer spacer
Beni Culturali
Porte, strade e quartieri Porte, strade e quartieri
Palazzi - Edifici Storici Palazzi - Edifici Storici
Monumenti Monumenti
Teatro Teatro
Chiese-Luoghi di culto Chiese-Luoghi di culto
Musei - Gallerie Musei - Gallerie
Accoglienza
Residenze Turistico Alberghiere Residenze Turistico Alberghiere
Alberghi Alberghi
Agriturismi Agriturismi
Country House Country House
Bed and breakfast Bed and breakfast
Agenzie Viaggi Urbino Agenzie Viaggi Urbino
Campeggi Campeggi
Case per Ferie e Pensionati Case per Ferie e Pensionati
Affittacamere Affittacamere
Ristoranti Ristoranti
Agenzie Immobiliari Agenzie Immobiliari
Corsi estivi
Incisione Incisione
Musica Musica
Lingue Lingue
[h]ome| Cultura e Turismo | Beni Culturali | Chiese-Luoghi di culto
Chiesa di San Francesco

campanile-sanfrancesco.jpgEdificata nel XIV secolo in stile romano-gotico, la   chiesa era   inizialmente strutturata a  due   navate, una centrale con soffitto a a capriate e una sola laterale, a volta reale, sopraelevata di alcuni gradini. Verosimilmente la navatella sinistra era occupata del terzo chiostro.
Sulla  sinistra appare  una  piccola piazza chiamata  Piazza  delle  Erbe, aperta nel 1894 sull'area dell'antico chiostro-cimitero ( da cui si può valutare l'esito dei rifacimenti settecenteschi nella facciata, nel fianco sinistro della Chiesa e nel corpo di fabbrica di fronte, in fondo alla piazzetta, dove piuttosto all'interno (convento) potrà riconoscersi l'opera dell'urbinate Giuseppe Tosi) e da lì si può ammirare il campanile decorato in stile gotico.  
L' interno della chiesa è a tre navate con pianta a croce latina sulla cui crociera si eleva una cupola a calotta cieca.  Nella navata situata a destra, fino al 1740 era la cosidetta "Capella dei Signori". Il primo altare era una tela con un crocifisso,  San  Giuseppe Da   Copertino e  il beato Bonaventura da Potenza.  Al secondo altare ottocentesco, dedicato a Sant'Antonio, si trovava fino a qualche anno fa   una   tela  del Ridolfi ora  trasferita nel convento. Il terzo altare, ora occupato da un'immagine devozionale, ospitò  fino al 1870 circa, il  dipinto del Barocci e la Madonna di San Simone. Nella navata situata a sinistra, al primo altare, dove un tempo era già ricordata la pala Buffi di Giovanni Santi, ora esposta nella galleria nazionale, c'è una tela, Trinità e i Santi Lorenzi, Giuseppe, Carlo Barromeo, opera  di Cesare Maggeri (1611),  epigono baroccesca locale.
La Cappella del SS. Sacramento è la  ricostruzione settecentesca di quella ducale che Francesco Maria I aveva fatto erigere fra il 1511 e il 1516 e che   era situata nell'  angolo   settentrionale   del    chiostro-cimitero. Nel 1678 quest'ultimo subì varie manomissioni.
I frati   badarono   innanzitutto  alla   costruzione delle  fabbriche conventuali conprendenti   fra   l'  altro   i   due    chiostri   oggi   scomparsi . Il  primo  dei quali fu demolito nel 600 perchè era pericolante. Il secondo centrale è più  vasto,  su  colonne  ottagone , fu  soffocato nel corso delle radicali ricostruzioni del XVIII secolo(1748-'90).   
La  chiesa  di   San Francesco  é  considerata  il  Panthèon   della   città  poiche accogli  le   spoglie  di   numerose  persone   illustre.    
Vi  si  trovano  il  Sepulchrum  Joannis  Sanctis  Et Magliae, Parentum Raphaelis Illius  Pictoris   Eximii  (il  Divino  Pittore  Raffaello  Sanzio  non  e   Sepolto  con  i genitori  ma  al  Panthèon  a   Roma ), i pittori Timoteo Viti e Federico Barocci, l'architetto Giana battista VComandino e Bernardino Baldi.
Nella  sua  cripta  e  nei  18  altari  i   componenti   delle  famiglie  nobili  di  Urbino: Biancalana  ,  Boni  ,  Palma  ,  Buffi   e    tanti    altri .
Dell  ' antica  chiesa  di  San Francesco ,  che  risale   alla  seconda metà   del  XIV secolo ,  non  resta   che il portale con  i fregi  eseguiti  da  Costantino Trappola nel 1516-17    .Inoltre, all'interno,  si possono ammirare:
-Nel  coro una  pregevole  tale  di  Federico   Barocci  
   "il  perdono di Assisi ";
-Un crocifisso   (attribuito   ai   Salimbene) ;
-Un   affresco   del   XV   secolo.
-Il Cristo Morto nella Capella Paltroni.
All'esterno il magnifico Campanile del XVsecolo, con le bifore e le curvature ad arco, dalla guglia piramidale, ma priva delle quattro cuspidi ai lati e l'antistante loggia.  

Visualizza sulla mappa al numero 30

Orari di apertura


Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo - Città di Urbino - Via Puccinotti, 33 - Urbino